Home Chi Siamo Paesi in cui operiamo Africa Ruanda
PDF Print E-mail

Ruanda

Popolazione
8,4 milioni
58,1 milioni

Aspettativa di vita
Uomini: 46
Donne: 48
Uomini: 77
Donne: 83

Mortalità infantile
91‰
6 ‰

Persone infette dal HIV/AIDS
250.000 (29,8‰)
140.000 (2.4‰)

Persone che hanno accesso all'acqua potabile
41%
100%

Persone che hanno accesso a istallazioni sanitarie adeguate
8%
100%

Alfabetizzazione
Uomini: 76%
Donne: 65%
Uomini: 99%
Donne: 98%

PNL pro capite
$1.300
$27.200

Popolazione al di sotto della soglia di povertà (1$ al giorno)
60%
-

Sources: CIA World Fact Book, 2005,
The State of the World's Children 2005.


Geografia

Il territorio è costituito prevalentemente da colline erbose che si estendono verso sud-ovest dalla catena di vulcani settentrionale. È attraversato da molti fiumi e ha parecchi laghi di tipo paludoso. Il suolo è soggetto a forti erosioni e non sono rari i periodi di gran siccità.

L'altitudine media del paese ne mitiga il clima. Durante le stagioni delle piogge (da febbraio a maggio e da novembre a dicembre), le precipitazioni quotidiane sono notevoli.


Storia

I primi abitanti di cui si ha traccia furono i Twa; anche gli Hutu erano già ben stanziati quando nel XV sec. i Tutsi invasero il territorio, governandolo per più di 400 anni con un sistema monarchico e riducendo in schiavitù le popolazioni indigene. Dopo essere passato sotto la dominazione tedesca prima e l’amministrazione belga poi, nel 1959 una rivolta Hutu ribaltò il governo e questi ultimi dominarono fino all'insurrezione Tutsi del 1990 provocata dai rifugiati in Uganda.

Da quest'epoca il Rwanda ha sofferto enormemente a causa della guerra civile. Un accordo di pace siglato a metà del '93 aveva posto termine agli scontri, che però sono ripresi in maniera massiccia poco dopo. È stato stimato che dall'inizio del conflitto siano state uccise più di 500.000 persone e 2.000.000 si siano rifugiate nei paesi vicini. Nel 1995 è entrata in vigore una nuova costituzione, ma il paese non è ancora riuscito a riprendersi e le violenze interrazziali sono tuttora frequenti.


Economia

La produzione agricola (tè, piretro, sorgo, manioca, cassava) è la principale fonte di reddito, ma l’agricoltura è prevalentemente di sussistenza. Sono altrettanto sviluppati l’allevamento e la pesca. L’economia stenta a decollare, soprattutto a causa della fortissima instabilità che regna nel paese.


Popolazione

Il Rwanda è il paese più densamente popolato dell'Africa sub-sahariana; le concentrazioni urbane sono poche, e non esistono molti villaggi dal momento che ogni famiglia vive in un appezzamento indipendente.

I gruppi etnici sono tre: i Tutsi sono pastori, e fino a poco tempo fa costituivano la casta dominante in un sistema ancora feudale basato sul possesso del bestiame. Gli Hutu e i Twa (ca. 1%) sono pigmei, probabilmente gli ultimi sopravvissuti del ceppo originario.

L’istruzione scolastica è gratuita e obbligatoria fino a 15 anni, ma solo un terzo dei bambini riesce a completare il ciclo elementare.


Statistiche interne

I bambini registrati ai 217 Centri Compassion del Paese sono 58.755, mentre quelli sostenuti a distanza sono 54.278. I bambini in attesa di un sostenitore sono in totale 4.477. (Dati aggiornati al 30 giugno 2012)