Home Chi Siamo Paesi in cui operiamo Africa Burkina Faso
PDF Print E-mail

Burkina Faso

Popolazione
14 milioni
58,1 milioni

Aspettativa di vita
Uomini: 42
Donne: 46
Uomini: 77
Donne: 83

Mortalità infantile
98‰
6 ‰

Persone infette dal HIV/AIDS
300.000 (21.4‰)
140.000 (2.4‰)

Persone che hanno accesso all'acqua potabile
42%
100%

Persone che hanno accesso a istallazioni sanitarie adeguate
29%
100%

Alfabetizzazione
Uomini: 34%
Donne: 17%
Uomini: 99%
Donne: 98%

PNL pro capite
$1.200
$27.200

Popolazione al di sotto della soglia di povertà (1$ al giorno)
45%
-

Sources: CIA World Fact Book, 2005,
The State of the World's Children 2005.


Geografia

Il Burkina Faso (in passato chiamato Alto Volta) si trova nell'Africa occidentale ed è privo di sbocchi sul mare. Poggia su un vasto altopiano che costituisce la parte meridionale del Sahel, la fascia climatica arida a sud del Sahara. Il sud del Paese è costituito da savane boscose. Il clima è tropicale, con due stagioni: una secca (novembre-maggio) e una piovosa (giugno-ottobre) con violenti temporali ad agosto. È percorso da tre fiumi principali che serpeggiano lentamente verso il Golfo di Guinea: Volta Bianco, Rosso e Nero.


Storia

Governato dai re Mossi fin dal XVI secolo, entrò a far parte dell'impero francese alla fine dell'800, da cui si separò nel 1960 diventando una repubblica indipendente con il nome di Alto Volta. Il Paese ha subito molteplici alternanze di governi civili e colpi di stato militari, e ancora oggi, benché formalmente una democrazia multipartitica, è retto in modo molto simile ad una dittatura militare. Esiste una forte opposizione clandestina e lo scontento popolare verso il regime sta crescendo.


Economia

La gestione dell'economia del Paese è migliorata negli ultimi anni. Basata prevalentemente sull'agricoltura, di cui il cotone è il principale prodotto, è purtroppo soggetta alle variazioni climatiche e alla siccità periodica. Le rimesse degli emigrati che lavorano nelle piantagioni del Ghana e della Costa d'Avorio sono una voce importante, ma altrettanto instabile. Il sottosuolo è ricco di oro, argento, antimonio, bauxite e rame, ma l'attività estrattiva è attualmente rivolta solo all'oro, perché i costi sono ancora troppo elevati. È anche fiorente l'industria alimentare (inscatolamento e imbottigliamento). L'instabilità politica è ancora un freno ai finanziamenti esteri, che arrivano ancora principalmente dalla Francia.


Popolazione

Sono circa una cinquantina le tribù che si dividono il territorio, tra cui la principale è costituita dai Mossi, che contano circa il 50% della popolazione e vivono prevalentemente nella zona centrale, dove in passato era situato il loro regno. Nel resto del Paese le tribù sono uniformemente mescolate. Il modello di famiglia è quello esteso, dove la madre ha un ruolo preponderante. La maggioranza delle donne non può però ancora accedere al sistema scolastico o agli impieghi più alti. L'estrema povertà, diffusa in tutta la nazione, ha creato un forte senso di egualitarismo all'interno della società.


Statistiche interne

I bambini registrati ai 157 Centri Compassion del Paese sono 34.007, mentre quelli sostenuti a distanza sono 29.200. I bambini in attesa di un sostenitore sono in totale 4.807. (Dati aggiornati al 30 giugno 2012)