Home Chi Siamo Paesi in cui operiamo Asia Filippine
PDF Print E-mail

Filippine

Popolazione
87,8 milioni
58,1 milioni

Aspettativa di vita
Uomini: 67
Donne: 73
Uomini: 77
Donne: 83

Mortalità infantile
23‰
6 ‰

Persone infette dal HIV/AIDS
9.000 (0,1‰)
140.000 (2.4‰)

Persone che hanno accesso all'acqua potabile
86%
100%

Persone che hanno accesso a istallazioni sanitarie adeguate
83%
100%

Alfabetizzazione
Mannen: 4%
Vrouwen: 4%
Uomini: 99%
Donne: 98%

PNL pro capite
$5.000
$27.200

Popolazione al di sotto della soglia di povertà (1$ al giorno)
40%
-

Sources: CIA World Fact Book, 2005,
The State of the World's Children 2005.


Geografia

Le più di 7.100 isole delle Filippine si estendono per 1.700 chilometri tra l'Oceano Pacifico ed il Mare Cinese del Sud. Circa il 95% della popolazione vive sulle undici isole maggiori.

Il territorio è costituito da catene montuose, vallate, pianure e insenature. Nelle zone più basse il clima è prevalentemente caldo, umido e piovoso. La stagione delle piogge va da giugno a novembre, e periodicamente si verificano dei tifoni.

Collocate lungo l'"Anello di fuoco" del Pacifico, le Filippine sono soggette a frequenti terremoti ed eruzioni vulcaniche.


Storia

Per secoli, le Filippine sono state il crocevia di molte culture, tra cui Indiani e Cinesi. Nel 1521 Ferdinando Magellano rivendicò le Filippine per la Spagna, dando inizio a 377 anni di dominio spagnolo. In seguito alla guerra ispano-americana, gli Stati Uniti occuparono le Filippine per quasi cinquant'anni e contribuirono allo sviluppo di un governo democratico. Durante la seconda guerra mondiale i Giapponesi presero il controllo delle isole, fino al 1945. Gli Stati Uniti riportarono il paese all'indipendenza, nel 1946, e da allora le Filippine sono diventate una repubblica.

Dal 1986, quando il regime dittatoriale di Ferdinand Marcos è caduto, il paese ha goduto di una relativa stabilità politica e di una crescita economica costante, nonostante l'attività di gruppi terroristici islamici attivi nell'isola di Mindanao.


Economia

L'economia si basa, oltre che sulla pesca, sulla produzione di riso, granoturco, canna da zucchero. È il primo produttore mondiale di copra. La crescita della produzione è ancora fortemente limitata dalla carenza di infrastrutture.


Popolazione

La popolazione filippina, che comprende più di 100 gruppi etnici, discende per la maggior parte dalla Malesia, con una minoranza proveniente dalla Cina, dall'America e dalla Spagna.

La lingua ufficiale è il filippino, ma si parlano altri 87 dialetti e lingue diverse; l'inglese è diffuso. Nonostante questa diversità di lingue, i Filippini hanno un elevato tasso di alfabetizzazione.

Oltre metà della popolazione è contadina, e molti coltivano ancora il riso alla maniera dei loro antenati, su colline lavorate a terrazze. Le Filippine sono una terra di contrasti: un ristretto numero di persone, nelle aree urbane, dispone di tutte le comodità della civiltà occidentale, mentre la maggior parte delle popolazioni rurali e montane abita in anguste capanne di paglia. Il fatto che il 40% viva ancora al limite della soglia di povertà ha alimentato numerosi movimenti secessionisti che hanno minacciato la stabilità dei governi. Gli alimenti principali sono il riso e le patate dolci, con abbondanza di pesce e banane.


Statistiche interne

I bambini registrati ai 330 Centri Compassion del Paese sono 62.502, mentre quelli sostenuti a distanza sono 58.898. I bambini in attesa di un sostenitore sono in totale 3.604. (Dati aggiornati al 30 giugno 2012)