Home Chi Siamo Paesi in cui operiamo America Latina Messico
PDF Print E-mail

Messico

Popolazione
106,2 milioni
58,1 milioni

Aspettativa di vita
Uomini: 72
Donne: 78
Uomini: 77
Donne: 83

Mortalità infantile
21‰
6 ‰

Persone infette dal HIV/AIDS
160.000 (1,4‰)
140.000 (2.4‰)

Persone che hanno accesso all'acqua potabile
88%
100%

Persone che hanno accesso a istallazioni sanitarie adeguate
74%
100%

Alfabetizzazione
Uomini: 94%
Donne: 90%
Uomini: 99%
Donne: 98%

PNL pro capite
$8.900
$27.200

Popolazione al di sotto della soglia di povertà (1$ al giorno)
8%
-

Sources: CIA World Fact Book, 2005,
The State of the World's Children 2005.


Geografia

Un altopiano centrale, aspro e arido, domina il paesaggio messicano, limitato dai monti della Sierra Madre. Iniziando dalla zona sud-occidentale, i monti si dividono in due catene che corrono lungo le coste del Pacifico e del Golfo del Messico.

La costa settentrionale del Pacifico è arida, mentre la parte meridionale è umida e montuosa. La costa del Golfo è prevalentemente coltivata a pascolo. Giungle fitte occupano la Penisola dello Yucatan.


Storia

Hernán Cortez conquistò il Messico nel 1521, distruggendo la civiltà azteca ivi esistente (ultimo epigono di quattromila anni di civiltà olmeca, tolteca, e maya) e facendo del Messico una colonia spagnola. La rivoluzione del 1822 portò il paese all’indipendenza. Lo scontento per l’ingiusta distribuzione delle terre condusse alla rivoluzione del 1910: come risultato delle lotte grandi fattorie furono ripartite tra i contadini.

Attualmente, più di quattro milioni di campesinos hanno fatto richiesta di terre, ma la popolazione continua ad abbandonare la campagna riversandosi nelle città. Nel 1994 il paese è stato testimone della rivolta degli indiani del Chapas, che chiedevano riforme economiche e politiche; la prima conseguenza di ciò è stata una forte recessione, da cui il Messico non è ancora completamente uscito.


Economia

Il Messico ha siglato nel 1994 un trattato di libero scambio con gli USA e CANADA (NAFTA) che ha incrementato le esportazioni.

Il paese è tuttora uno dei principali estrattori di petrolio. Il sottosuolo è ricco di risorse minerarie (argento, piombo e zolfo), ma l'agricoltura (granoturco, caffè, legumi, sisal) rimane l'attività trainante, benché solo il 15% del territorio sia arabile.

La modernizzazione e la privatizzazione dell’industria sono obiettivi del governo, ma la distribuzione del reddito è ancora altamente diseguale.


Popolazione

Oltre metà della popolazione messicana è mestiza, di origine indio-spagnola, ma coesistono numerose culture indiane che mantengono forme proprie di lingua, abbigliamento, governo locale e culto. Lo sfarzo e la tradizione della fede cattolica formano parte importante della vita messicana.

Il 95% degli abitanti è cattolico o ha mescolato tradizioni cattoliche con antiche credenze e culti animisti. L'istruzione è obbligatoria fino ai 14 anni, e circa il 70% dei bambini che iniziano le elementari riescono a terminarle.

Le strutture medico-ospedaliere sono concentrate nelle aree urbane, mentre nel resto del paese sono ancora molto scarse. Sono molto seguiti i corridos, canti popolari su vicende della storia del paese, eseguiti solitamente dai mariachi.


Statistiche interne

I bambini registrati ai 158 Centri Compassion del Paese sono 25.324, mentre quelli sostenuti a distanza sono 22.109. I bambini in attesa di un sostenitore sono in totale 3.215. (Dati aggiornati al 30 giugno 2012)