Home Chi Siamo Paesi in cui operiamo Africa Uganda
PDF Print E-mail

Uganda

Popolazione
27,2 milioni
58,1 milioni

Aspettativa di vita
Uomini: 51
Donne: 52
Uomini: 77
Donne: 83

Mortalità infantile
68‰
6 ‰

Persone infette dal HIV/AIDS
530.000 (19,5‰)
140.000 (2.4‰)

Persone che hanno accesso all'acqua potabile
52%
100%

Persone che hanno accesso a istallazioni sanitarie adeguate
79%
100%

Alfabetizzazione
Uomini: 80%
Donne: 60%
Uomini: 99%
Donne: 98%

PNL pro capite
$1.500
$27.200

Popolazione al di sotto della soglia di povertà (1$ al giorno)
35%
-

Sources: CIA World Fact Book, 2005,
The State of the World's Children 2005.


Geografia

L'Uganda si trova a cavallo dell'Equatore, al centro dell'Africa. La maggior parte del paese è costituita da un altopiano che raggiunge i 2.000 metri, compreso tra i laghi Vittoria (sorgente del Nilo Bianco) e Alberto, e i massicci del Ruwenzori e dell’Elgon.

È una terra ricca di laghi e paludi che ricoprono circa il 18% dell'intera superficie. L'altitudine dell'Uganda modera il clima tropicale.

Le piogge variano notevolmente, ma ci sono due periodi fissi di siccità all'anno: uno da dicembre a febbraio e l'altro in giugno e luglio.


Storia

La regione dei laghi dell’Africa centrale è sempre stata crocevia di invasori Bantu e di stirpi nilotiche; nel XV secolo queste si fusero e diedero origine al regno di Bunyoro. Dal 1896, a seguito di una guerra civile, la maggior parte di quello che è l'Uganda attuale fu posta sotto il protettorato inglese. Nel 1955 cominciarono le riforme costituzionali che portarono l'Uganda all'indipendenza, e nel 1962 la Gran Bretagna accordò un governo autonomo, nell’ambito del Commonwealth. Idi Amin Dada prese il potere con un colpo di stato nel 1971, conquistando un potere assoluto. I suoi otto anni di dittatura sono stati segnati dal declino economico, dalla disintegrazione sociale e da massicce violazioni dei diritti umani. Il regime del generale crollò sotto i colpi della forza di liberazione congiunta di Tanzania e Uganda. Gli anni ’90 hanno visto l’emergere di azioni terroristiche nel nord del paese, ma il governo – pur con forti accuse di corruzione - è tuttora stabile e il potere dell’esercito è stato ridimensionato.


Economia

L’agricoltura è ancora prevalentemente di sussistenza. L’economia si basa sulla coltivazione di cotone, caffè tè e tabacco, sull’allevamento bovino e sull’estrazione di fosfati e tungsteno. Dopo la catastrofe subita negli anni della dittatura, si sta riprendendo grazie ad una corretta politica economica, alla privatizzazione di molte attività e alla diversificazione delle produzioni.


Popolazione

La popolazione dell'Uganda è prevalentemente di origine contadina suddivisa in tre tribù etniche nilotiche e nilo-camitiche.

La densità maggiore è nelle regioni meridionali.

Dagli anni ’80 si è sviluppata notevolmente la grave piaga dell’AIDS, che ha raggiunto proporzioni epidemiche.

La lingua ufficiale è l'inglese, ma sono anche largamente utilizzati lo swahili e il luganda.

L’istruzione scolastica non è obbligatoria e la maggior parte delle scuole applica alte tasse d’iscrizione. Il sistema educativo è ancora molto carente.

Statistiche interne

I bambini registrati ai 288 Centri Compassion del Paese sono 75.141, mentre quelli sostenuti a distanza sono 72.607. I bambini in attesa di un sostenitore sono in totale 2.534. (Dati aggiornati al 30 giugno 2012)