Home Chi Siamo

TESTIMONIAL

Michael W. Smith

MICHAEL W. SMITH
All'inizio non pensavo che sarei diventato un testimonial di Compassion. Leggi.

Darlene Zschech

DARLENE ZSCHECH
"Sostenendo un bambino attraverso Compassion avete l'opportunità di trasformare la vita di un bambino". Leggi.

TESTIMONIANZE

La storia di Joshua, studente del Kenya

DALLE BARACCOPOLI AI LABORATORI DI RICERCA
Joshua è uno studente kenyano, sogna di scoprire un vaccino contro la malaria. Leggi.

Storia dall'India

SCONFIGGERE LA MALARIA E SALVARE UNA GENERAZIONE
Mary ha 15 anni e vive in India, nella regione del Jharkhand. Leggi.

PDF Print E-mail

La nostra mission

In risposta al Grande Mandato* trasmessoci tramite la Bibbia.

Compassion si pone come difensore dei bambini per liberarli dalla povertà spirituale, economica, sociale e fisica in cui si trovano, e prepararli per diventare adulti cristiani maturi e realizzati.

Gli obiettivi Il nostro desiderio è che ogni bambino possa un giorno: • diventare un cristiano maturo e realizzato • essere un membro responsabile della propria famiglia, chiesa e comunità • acquisire autostima e fiducia in se stesso • prendersi cura della propria salute fisica • avere un livello di istruzione soddisfacente • raggiungere l’autosufficienza economica per aiutare a sua volta altre persone.

*"Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo ad ogni creatura." Gesù nel Vangelo di Marco 16:15

Chi Siamo


Compassion ha a cuore i bambini poveri, le loro famiglie e le loro nazioni.

Perché la povertà è una bugia che parla al cuore dei bambini, insinuando che nessuno si preoccupa di loro. Li deruba dei loro sogni e distrugge le loro vite, costringendoli ad accettare un futuro di povertà e rassegnazione.

I bambini non sono fatti per stare soli. Hanno bisogno di qualcuno a cui appoggiarsi, che li protegga, che parli in loro difesa. I bambini non possono firmare contratti, non possono votare, non hanno reddito.

I poveri non hanno voce. Non hanno status sociale, non hanno potere politico, non hanno influenza economica. I poveri non hanno diritti, non hanno lavoro e mezzi per sottrarsi alle ingiustizie.

Quando l’infanzia incontra la povertà si crea una situazione di estrema vulnerabilità, che richiede un intervento urgente e duraturo: quello che Compassion cerca di fornire, attraverso anni di esperienza e grazie al sostegno di tante persone che condividono questa finalità, in favore di oltre 1 milione di bambini inseriti in 3.300 Centri di 25 Paesi di Asia, Africa e America Latina.


Quando ci si confronta con la povertà bisogna riconoscere due tremende verità, difficili da accettare, ma che determinano l’approccio di Compassion.


In Paesi dove regna l’analfabetismo e dove l’aspettativa media di vita è di 45 o 50 anni, purtroppo aiutare gli adulti diventa spesso solo un atto di sussistenza, troppo tardivo per cambiare il corso della loro vita e la sorte delle loro famiglie.


I bambini sono le principali vittime della povertà: cominciare ad aiutarli il prima possibile significa, prima di ogni altra cosa, impedire che muoiano.


Per questo Compassion ha deciso di aiutare i bambini, e di farlo attraverso lo strumento del sostengo a distanza. Forse non è possibile cambiare il mondo, ma è possibile cambiare la vita di un bambino, impedendo che venga considerata perduta ancor prima che cominci!


Segui questi link se vuoi approfondire la tua conoscenza di Compassion e di come lavora!


Visione e principi

Storia

Gestione finanziaria

Organizzazione

Sedi nel mondo

Paesi in cui operiamo