Sostenitori in viaggio - visitare il bambino in adozione a distanza

 

Home Notizie Sostenitori in viaggio Il viaggio di Ester e Stefano

EMERGENZE

Emergenze sanitarie e disastri naturali

Emergenze: disastri naturali ed emergenze sanitarie
Africa, Asia e America Latina: in tutto il mondo, si verificano ogni giorno disastri naturali ed emergenze di ogni tipo.
Tifoni, terremoti, stagioni delle piogge, epidemie ed emergenze sanitarie: scopri gli aggiornamenti in tempo reale. Leggi.

TESTIMONIAL

Lidia Genta

LIDIA GENTA
"È un privilegio enorme per me essere testimonial di Compassion..." Leggi.

Giorgio Ammirabile

GIORGIO AMMIRABILE
Giorgio è testimonial di Compassion, avvocato difensore dei bambini nel bisogno. Leggi.

TESTIMONIANZE

Aids

KENYA: AIDS, IL PREZZO PER L'AMORE DI UNA MADRE
Zainabu sentiva ancora risuonare in testa le parole che poco prima le aveva detto il medico: “Sei stata trovata positiva all’HIV, il virus che dà origine all’AIDS”. Leggi la storia.

La storia di Harold

HAROLD: DALLA POVERTA' A UNA NUOVA VITA
La storia di Harold parla di speranza, trasformazione e fede. Leggi la storia.

PDF Print E-mail

Galleria

Ester e Stefano incontrano Devita


Ester e Stefano, da qualche tempo, vivono in Indonesia, dove stanno imparando la lingua locale. Sono sostenitori di Devita, una ragazza di 13 anni che vive a Salatiga: vi proponiamo la lettura di questo emozionante incontro, con le loro parole.


La nostra visita al Centro Compassion di Salatiga è andata davvero bene, è stato un tempo ricco di belle emozioni. 

Appena arrivati siamo stati accolti da un membro dello staff locale, molto gentile. Ci ha presentato il lavoro che svolgono e abbiamo fatto un tour del Centro: oltre agli uffici di Compassion abbiamo visitato una chiesa molto grande che ospita un migliaio di persone e le aule dove si svolgono le attività con i bambini. Dopodiché ci siamo finalmente recati a casa di Devita, la “nostra bambina”, che si trova a pochi passi dal Centro. 


La cosa davvero unica di questi momenti è che abbiamo potuto parlare direttamente con loro: riusciamo già a cavarcela con l’indonesiano e siamo in grado di capire e farci comprendere, così anche loro si sono sentiti a loro agio e si sono aperti moltissimo. 

Abbiamo potuto parlare per molto tempo con Devita: abbiamo trovato una bella sintonia! Ci ha anche detto “Questo è un sogno che si realizza!”, facendoci commuovere.


Abbiamo conosciuto i genitori e i suoi due fratelli. Siamo stati in casa loro, abbiamo chiacchierato e bevuto del thé insieme. Devita ci ha donato una sua foto con tutta la famiglia e una cartolina realizzata da lei al Centro, raccontandoci quanto fosse grata a Dio per il nostro aiuto e la nostra visita. Prima di andare a pranzare abbiamo pregato insieme ed è stato un momento emozionante. Queste persone vivono in una baracca, ma hanno un cuore gioioso per Dio e i loro volti sono sempre sorridenti. La loro riconoscenza è stata una vera ricchezza per noi, oltre che un grande incoraggiamento e fonte di ispirazione.


Durante il pranzo abbiamo parlato tantissimo con Devita, ci siamo conosciuti meglio e poi siamo andati al supermercato. Abbiamo fatto la spesa per la sua famiglia, comprando del cibo e altri oggetti utili per la casa. Abbiamo incoraggiato Devita a scegliere un paio di scarpe, come regalo per lei. Infine, siamo tornati al Centro tutti insieme e ci siamo salutati, prometendoci di rivederci presto.