Sostenitori in viaggio - visitare il bambino in adozione a distanza

 

Home Notizie Sostenitori in viaggio Il viaggio di Roberto e Anna

EMERGENZE

EMERGENZA FILIPPINE: TIFONE HAIYAN 

Il tifone Haiyan che ha colpito le Filippine nei giorni scorsi ha devastato il Paese. L’area interessata è abitata da circa 40 milioni di persone, 1.7 milioni dei quali sono bambini (fonte Unicef). Leggi


PIOGGE IN INDIA 

Pesanti precipitazioni hanno colpito la zona di Vijayawada. Alcune famiglie hanno avuto danni alle loro abitazioni. Leggi



Leggi tutte le notizie ...


PDF Print E-mail

Galleria

Il viaggio di Roberto e Anna in Brasile

Roberto e Anna, due sostenitori di Genova, hanno finalmente incontrato Irannya, la ragazza brasiliana che sostengono a distanza. Ecco il racconto della loro avventura e le foto che hanno inviato:


Ciao, siamo Roberto e Anna, viviamo a Genova.
Vorremmo brevemente raccontarvi la nostra esperienza fatta a Recife, una città sulla costa atlantica del Nord-Est del Brasile. Qui abbiamo incontrato Irannya, la ragazza di 16 anni che da tempo sosteniamo a distanza.

Siamo arrivati in città alle 9 di mattina; alla stazione dei bus sono venuti a prenderci i responsabili del centro Compassion. La prima tappa è stata infatti al centro, dove abbiamo incontrato Irannya. Sinceramente eravamo emozionati e, allo stesso tempo, molto contenti di vederla di persona e non solo in fotografia.
Parlando portoghese e con l'aiuto della persona che ci traduceva abbiamo cominciato a raccontare le nostre esperienza.
Irannya ci ha raccontato di trovarsi molto bene al centro, ci ha parlato dei suoi studi e delle sue intenzioni di continuare a studiare. Ovviamente ci siamo complimentati con lei e l'abbiamo incoraggiata nei suoi propositi.

In seguito siamo andati a trovare la sua famiglia, dove abbiamo trascorso un momento davvero piacevole.
Durante il pranzo con Irannya e con i colllaboratori di Compassion abbiamo condiviso con loro le varie attivita del centro, i loro progetti e abbiamo visitato la struttura. Purtroppo quel giorno, a causa delle festività, non c'erano i 430 bambini che solitamente frequentano il centro.
La giornata con Irannya è terminata con la visita di un quartiere caratteristico della città dove abbiamo scattato alcune foto insieme.

Vorremmo incoraggiare le persone che sostengono i bambini e i ragazzi di Compassion a fare questa esperienza perché vivere di persona questi incontri è molto emozionante, ci si rende conto del grande amore di Dio verso i bambini e del grande impegno dello staff di Compassion.