Nick Vujicic in Italia: un evento speciale

Vieni a incontrare Nick a Torino durante il tour europeo organizzato da La Casa della Bibbia per le celebrazioni del proprio centenario!

 
PDF Print E-mail

Un altro sguardo sulla vita con Nick Vujicic

Nick Vujicic: nato con grave malformazione (senza gambe e senza braccia), ha affrontato un’infanzia difficile e un’adolescenza disperata. Oggi è un esempio di come Dio può portare speranza nella vita di ognuno!

A causa di una rara malformazione, Nick nasce senza braccia e senza gambe: è difficile inserirsi in un gruppo e giocare con gli altri bambini. I suoi genitori tentano di aiutarlo a raggiungere la massima autonomia possibile, ma nonostante il loro affetto, la sua disabilità gli fa vivere momenti di crisi.

La situazione è così grave che già a otto anni medita il suicidio: cambia idea all’ultimo momento, pensando al dolore che causerebbe ai suoi genitori. Ma la sua sofferenza continua a lungo: nell’adolescenza è soffre di grave depressione, da cui uscirà grazie alla riscoperta della fede.

Il cambiamento interiore di Nick cambia il suo modo di vedere la vita: la sua vita ha un significato più profondo delle apparenze e capisce che può essere di ispirazione per altri. Oggi, il suo approccio verso il prossimo è caratterizzato da amore e semplicità.

Nick Vujicic ha a cuore la sua generazione e desidera incoraggiarla a inseguire i propri sogni. E con la sua tipica ironia, sottolinea una verità fondamentale: "Le braccia di Dio sono più lunghe delle nostre… delle mie in particolare!"

Un evento speciale: non mancare!

La Casa della Bibbia, in occasione del centenario della missione, ha invitato Nick per un evento speciale in collaborazione con noi di Compassion.


Ti aspettiamo il prossimo 12 luglio a Torino – Palasport Ruffini
Scopri di più: info e ingresso all'evento

Nick Vujicic in Colombia: il suo incontro con José

Anche Nick è sostenitore di Compassion e in Colombia ha incontrato il piccolo José.

"Non dimenticherò mai quell’incontro. Arrivai davanti a una piccola casa che si ergeva su Bogotá: il vento delle montagne e la famiglia allineata sulla strada fangosa mi diedero il benvenuto. L’atmosfera era emozionante!"

"José mi abbracciò e mi ringraziò per avermi potuto ricevere a casa sua; gli risposi che ero io quello benedetto: ero testimone del miracolo della sua vita."

"Già in passato avevo visitato famiglie che vivevano in povertà, ma non avevo mai conosciuto nessuno come loro. A causa della povertà, il papà di José si impiccò tra quelle misere pareti: la prima cosa che tutti avrebbero fatto sarebbe stata trasferirsi altrove, ma loro non ne avevano la possibilità. Però, il loro amore per Dio e il desiderio di aiutare le persone che li circondavano… erano semplicemente incredibili!"

"Davanti a storie come queste, tutto acquista un nuovo significato: il nostro sostegno non è più una semplice donazione e le nostre lettere non sono più semplici parole. Diventiamo parte di una reazione a catena: è il nostro amore che si diffonde, mentre incoraggiamo i bambini a vivere pienamente le loro vite"

Fai come Nick: sostieni un bambino!

 
I cookie permettono di migliorare la tua navigazione sul sito di Compassion. Utilizzando il sito, accetti l'uso dei cookie in base alle nostre linee guida. Per maggiori informazioni, leggi la informativa estesa.
Accetto i cookie:

EU Cookie Directive Module Information