Sostenitori in viaggio - visitare il bambino in adozione a distanza

 

Home Notizie Sostenitori in viaggio Il viaggio nelle Filippine

DONAZIONI ONLINE

Dona online

Dona ora online
In caso di emergenze sanitarie, disastri naturali, dona a Compassion a favore dei bambini e delle loro famiglie.
Puoi donare online con carta di credito o utilizzando un bollettino postale o il conto corrente bancario: dona ora

TESTIMONIANZE

La storia di Joshua, studente del Kenya

DALLE BARACCOPOLI AI LABORATORI DI RICERCA
Joshua è uno studente kenyano, sogna di scoprire un vaccino contro la malaria. Leggi.

Storia dall'India

SCONFIGGERE LA MALARIA E SALVARE UNA GENERAZIONE
Mary ha 15 anni e vive in India, nella regione del Jharkhand. Leggi.

PDF Print E-mail

Viaggio nelle Filippine 2014

Nel mese di agosto 2014, con un gruppo di volontari e sostenitori italiani, ci siamo recati nelle Filippine: un viaggio emozionante, alla scoperta di un popolo accogliente e sorridente, nonostante le difficoltà!
Alcuni sostenitori hanno incontrato i bambini e i ragazzi che sostengono da tempo. Ed ecco i loro racconti e le loro foto.

Adozione a distanza: Carmelo e Katia incontrano Grace

Per Carmelo e Katia, una coppia di Siracusa, uno dei sogni più grandi era quello di incontrare Grace, la ragazza che sostengono da molti anni. Non hanno figli e Grace è sempre stata “la figlia del cuore”.

Incontrare Grace è stata un’esperienza speciale e commovente. Ci siamo incontrati nel centro Compassion, dove abbiamo visto anche i prodotti artigianali che producono, per venderli nei mercati locali e avere qualche risorsa in più per le attività del centro.

Carmelo e Katia incontrano Grace, la ragazza che sostengono a distanza

Grace è una ragazza molto dolce: ha 19 anni e sogna di diventare maestra. Vive con la mamma e suo fratellino in una casa piccolissima: l’unico spazio disponibile è dedicato ai letti, mentre la cucina e il bagno sono condivisi con le altre famiglie dell’edificio. Non avevamo mai visto nulla del genere: un’abitazione piccola e caldissima!

Foto di gruppo nel centro Compassion

Dopo aver visto i loro bisogni, ci siamo diretti in un centro commerciale insieme, per far loro qualche regalo. La mamma era così commossa! Abbiamo deciso di acquistare un tavolo e sgabelli pieghevoli, un ventilatore, un po’ di spesa e delle scarpe.

Foto con la mamma e il fratellino di Grace

Abbiamo voluto benedire questa famiglia: crediamo che come sostenitori abbiamo una responsabilità nei confronti dei ragazzi ma anche nei confronti delle loro famiglie. Non dimentichiamoci di loro, sono le persone che sono più vicine ai bambini e ai ragazzi sostenuti!

Adozione a distanza: Rossana incontra Ann

Come raccontare il viaggio nelle Filippine? L’unica parola che mi viene in mente è “intenso”. Sì, è stata un’esperienza intensa dal punto di vista fisico, emotivo e spirituale. Proprio come il mio incontro con Ann: tutte le emozioni che ho vissuto in quei giorni sono impossibili da comunicare in poche parole.

Eravamo nel centro Compassion, quando a un certo punto Nathan (la nostra guida di Compassion Filippine) si gira e mi dice: “Guarda! Lei è Ann!”.

Rossana con Ann, la mamma e l'operatrice del centro Compassion
Ann protegge Rossana dal sole con un ombrellino

L’ho subito riconosciuta: timida e sorridente, come tutti i bambini che incontrano i sostenitori. Sempre gentile, mi riparava dal sole con un ombrellino! Abbiamo pranzato insieme nel centro Compassion e ho avuto modo di conoscerla meglio e conoscere anche la mamma, a cui è molto legata. Parlano inglese ed è stato semplice comunicare.

Ann mi ha mostrato un po’ di foto della sua famiglia: vive con quattro zie, con la nonna, con quattro cugine e con suo fratello più grande. Mi ha fatto sorridere, il fratello è l’unico uomo tra dieci donne! In realtà, il fratello lavora più che può per aiutare questa grande famiglia. Il papà è morto quando Ann aveva 7 anni e da allora è stata iscritta al centro Compassion.

Nel pomeriggio abbiamo trascorso un po’ di ore in compagnia della mamma e di Jing, una delle responsabili del centro Compassion. Avevo promesso ad Ann che le avrei fatto un regalo: così, siamo andate insieme a vedere dei vestiti per divertirci un po’. Finalmente sono riuscita a convincerla a scegliere un vestito per se: è molto tenera, ho capito che non è abituata ad avere molte cose per se.

Rossana e Ann

Prima di salutarci, abbiamo pregato insieme. È stato un momento emozionante e dolce, la mamma mi ha invitata a tornare. Spero davvero di tornare, magari il prossimo anno. Mentre Ann era sul bus che la riportava a casa ho visto che sorrideva e mi salutava: un'immagine che ricorderò sempre!

 
I cookie permettono di migliorare la tua navigazione sul sito di Compassion. Utilizzando il sito, accetti l'uso dei cookie in base alle nostre linee guida. Per maggiori informazioni, leggi la informativa estesa.
Accetto i cookie:

EU Cookie Directive Module Information