Notizie e testimonianze sull'adozione a distanza

Home Testimonianze

DONAZIONI ONLINE

Dona online

Dona ora online
In caso di emergenze sanitarie, disastri naturali, dona a Compassion a favore dei bambini e delle loro famiglie.
Puoi donare online con carta di credito o utilizzando un bollettino postale o il conto corrente bancario: dona ora

DONAZIONI DEDUCIBILI - ONLUS

Donare alle onlus: deducibilità e detraibilità

Benefici fiscali: donazioni deducibili o detraibili
Tutte le donazioni che effettui nel corso dell'anno a favore di Compassion Italia sono deducibili o detraibili in sede di dichiarazione dei redditi.
Ricorda di conservare l'originale dell'estratto conto della tua carta di credito o del tuo conto corrente bancario o postale

PDF Print E-mail

KENYA: AIDS, IL PREZZO PER L’AMORE DI UNA MADRE

Aids Kenya

Seduta nella  tenda umida sbattuta dal vento, le mani in grembo,  Zainabu sentiva ancora  risuonare in testa le parole che poco prima le aveva detto il medico: “Sei stata trovata positiva all’HIV, il virus che dà origine all’AIDS”. La disperazione aveva invaso il cuore della donna. Non sapeva dove andare e che cosa fare, che cosa sarebbe stato dei suoi figli. Non poteva parlarne con nessuno: nella sua famiglia e nella sua comunità non c’era posto per i sieropositivi. “Sono un essere abominevole” pensava dentro di sé.


Zainabu ha 37 anni, vive in Kenya ed è mamma di cinque figli. La quarta, Wairimu, ha nove anni ed è sostenuta attraverso

Compassion. Non è stata contagiata dal virus.


Zainabu ha avuto una vita difficile, perché la sua famiglia non aveva i mezzi per vivere dignitosamente. Condizioni di vita molto dure e la povertà estrema non le hanno lasciato alternative: per sostenere la sua famiglia ha fatto lavori saltuari, ma purtroppo molto spesso si è dovuta prostituire. Questa è la ragione per cui ha contratto l’HIV. Questo è stato il prezzo dell’amore per i suoi figli.

Dona al Fondo Medico

Grazie a questo fondo, che integra la tutela sanitaria (visite regolari, vaccinazioni, cure di base, prevenzione) garantita dalla quota di sostegno, ogni bambino ha accesso in caso di necessità a cure specialistiche altrimenti inaccessibili!

Per donare online, vai alla pagina “Donazioni” e seleziona dal menù a tendina “Fondo Medico”.

La sua è una storia molto comune. In Kenya il 7,1% delle persone di età compresa fra i 15 e i 64 anni ha l’HIV, il che equivale a 1,4 milioni di sieropositivi. Fra le donne la percentuale sale al 8,4%. Inoltre, il 44% dei nuovi contagi avviene fra coniugi (dati del Ministero della Salute, dicembre 2009).

Fino al 2005 non aveva rivelato a nessuno la sua condizione, per paura e vergogna. Ma nel corso di una visita dello staff del vicino Centro Compassion, trovò il coraggio di parlare con loro e cominciò un cammino di risalita dall’inferno silenzioso di paura e depressione in cui era scesa.


ROMPERE IL SILENZIO PER RITROVARE LA SPERANZA

“Dopo aver parlato della mia condizione mi sono sentita subito meglio – racconta oggi questa donna meravigliosa – È stata la miglior medicina per il mio corpo e la mia anima, che da anni cercava la pace. Si è formato in me un nuovo senso di speranza e ho cominciato ad affrontare la malattia a testa alta, perché le mie paure se n’erano andate!”

Zainabu fa parte del gruppo di supporto “Jipe Moyo” del cui aiuto lei stessa ha beneficiato e che ora guida personalmente. Il gruppo svolge un lavoro estremamente prezioso all’interno della comunità garantendo alle persone sieropositive: consulenza psicologica, visite a domicilio, assistenza per i trasporti, rimborso delle spese per ricoveri, esami e medicine antiretrovirali. Tutto ciò è possibile anche grazie al finanziamento del Fondo Integrativo “AIDS”, che è parte dei quattro programmi di Compassion (vedi www.compassion.it/programmi/fondi integrativi). Zainabu ha esteso le attività del gruppo, investendo in attività di informazione e prevenzione, guadagnandosi la stima e il rispetto di chi la marchiava come reietta.


La sua vita è cambiata. Ha imparato che non importa quanto in basso scendi, puoi sempre alzare gli occhi a Dio e confidare nel suo amore. Sa che non può guarire dalla sua malattia, ma sa ancora meglio che ha il dovere di condivere la grande lezione di vita che ha imparato: “ L’HIV, l’AIDS, la povertà, non devono fermare i nostri sogni – ripete spesso Zainabu – non devono impedirci di dare il meglio ai nostri figli per vederli vivere, sani, istruiti e pieni di speranza”. La piccola Wairimu è lì accanto a lei, serena e sorridente, come a testimoniare la forza e la verità delle sue parole.



Torna a Testimonianze e Storie


 
I cookie permettono di migliorare la tua navigazione sul sito di Compassion. Utilizzando il sito, accetti l'uso dei cookie in base alle nostre linee guida. Per maggiori informazioni, leggi la informativa estesa.
Accetto i cookie:

EU Cookie Directive Module Information