Notizie e testimonianze sull'adozione a distanza

Home Testimonianze

DONAZIONI ONLINE

Dona online

Dona ora online
In caso di emergenze sanitarie, disastri naturali, dona a Compassion a favore dei bambini e delle loro famiglie.
Puoi donare online con carta di credito o utilizzando un bollettino postale o il conto corrente bancario: dona ora

DONAZIONI DEDUCIBILI - ONLUS

Donare alle onlus: deducibilità e detraibilità

Benefici fiscali: donazioni deducibili o detraibili
Tutte le donazioni che effettui nel corso dell'anno a favore di Compassion Italia sono deducibili o detraibili in sede di dichiarazione dei redditi.
Ricorda di conservare l'originale dell'estratto conto della tua carta di credito o del tuo conto corrente bancario o postale

PDF Print E-mail

INDIA: SCONFIGGERE LA MALARIA PER SALVARE UNA GENERAZIONE

India: la storia di Mary

Mary ha 15 anni e vive in India, nella regione del Jharkhand. Suo papà, Joseph, è un agricoltore mentre la mamma, Adila, lavora in casa. Questa famiglia, che fa parte della tribù Malto, è una delle tante che hanno sperimentato i terribili effetti della malaria.


Nel 2002, quando aveva sei anni, venne aperto un centro Compassion nella sua comunità e lei fu tra i bambini che poterono essere inseriti. Proprio quando la vita scorreva abbastanza tranquilla, una tragedia colpì le due sorelle di Mary, morte insapettatamente a causa della malaria.

La comunità Malto vive in piccole capanne di fango e sterpaglie, circondate da foreste e numerosi corsi d’acqua. La maggior parte degli uomini sono minatori o braccianti. L'analfabetismo e lo sfruttamento hanno spinto questa comunità a condizioni di vita pessime e antigieniche, dove le zanzare trovano un buon terreno per moltiplicarsi. La sopravvivenza rappresenta una sfida decisiva per i bambini e per gli adulti di questa tribù che vanta il triste primato del maggior numero di morti da malaria nella regione.

 

"Abbiamo visto le nostre figlie morire davanti a noi, uno strazio per i nostri cuori. Abbiamo dovuto superare la perdita, andare avanti, non potevamo perdere anche Mary" racconta Joseph.

"Eravamo preoccupati per Mary, ma abbiamo continuato a sperare, lo staff del centro si prendeva cura di lei", racconta Adila. Mary infatti aveva contratto a sua volta la malaria e per un po’ non poté partecipare alle attività del centro; era debole e senza appetito a causa degli antibiotici, ma grazie al rapido intervento medico potè salvarsi.

 

Nel 2009 lo staff di Compassion India ha testato un programma di prevenzione e cura per affrontare il problema della mortalità infantile da malaria, soprattutto nella regione di Jharkhand. Molte famiglie sono state aiutate: durante la formazione, ad esempio, gli adulti sono stati incoraggiati a tenere il bestiame fuori casa per ridurre la presenza di zanzare e la relativa l'incidenza di punture. "In passato morivano molti bambini, ma oggi siamo felici di vedere l’impatto positivo dopo la distribuzione di zanzariere e medicinali", racconta James Ranjit, il coordinatore dei programmi d’intervento.


Queste particolari reti vengono impregnate con una soluzione di acqua e deltametrina, dopodiché vengono lasciate asciugare per almeno un giorno. Grazie a questa semplice operazione, l'incidenza della malattia si è molto ridotta tra i bambini del centro e nella loro comunità. In molti, compreso Joseph, hanno condiviso quello che hanno imparato con i vicini, esortandoli a mantenere l'ambiente pulito e a utilizzare le zanzariere. La formazione ha infatti cambiato la vita di molte famiglie che, altrimenti, avrebbero continuato a spendere il loro tempo e i loro pochi soldi per farmaci spesso inefficaci. 


Attraverso questi gesti mirati invece, Compassion sta aiutando una generazione di bambini che può finalmente guardare verso un futuro sano e felice, senza temere la malaria.

 

 

 

 


Torna a "Testimonianze e Storie"

 

 

 

 

 

 

 

 
I cookie permettono di migliorare la tua navigazione sul sito di Compassion. Utilizzando il sito, accetti l'uso dei cookie in base alle nostre linee guida. Per maggiori informazioni, leggi la informativa estesa.
Accetto i cookie:

EU Cookie Directive Module Information