Brasile: prostituzione minorile e droga sconfitte col surf

Grazie al surf, un centro Compassion libera i bambini da criminalità, prostituzione, spaccio di droga e violenze

Fortaleza: surf per i bambini di Compassion

Prostituzione, spaccio di droga, omicidi e violenza. Spesso questa è l’unica realtà per tanti bambini poveri di Servilluz, una piccola località nei pressi di Fortaleza (stato di Ceará, nord-est Brasile).

Servilluz è una antica e povera comunità sulla costa brasiliana, in cui la maggior parte degli abitanti cerca di sopravvivere attraverso la pesca.

Proprio la vicinanza al porto accentua i problemi legati a prostituzione minorile e spaccio di droga, con gravi atti di violenza nei confronti dei più piccoli.

Fortaleza: le baraccopoli di Servilluz, nei pressi di Fortaleza

Servilluz è fatta di vie strette, dove le piccole case sono ammassate le une alle altre. Baracche precarie e abusive, nella maggior parte dei casi.

Mauricio Oliveira, operatore Compassion a Servilluz, racconta:

Questa zona appartiene ufficialmente allo Stato. Gli abitanti hanno costruito le loro baracche senza alcuna autorizzazione

L’area di Servilluz è al centro di lotte fra gang. In ognuna di esse, bande armate di adolescenti, si contendono il territorio per controllo del traffico di droga, cocaina e crack.

Fortaleza: surf per i bambini di Compassion

“Qui l’aspettativa di vita – continua Mauricio – si riduce anno dopo anno, proprio a causa della violenza fra bande. I bambini sono spesso vittime innocenti, bersaglio facile delle gang armate o feriti da proiettili vaganti mentre giocano in strada”.

In questa difficile realtà, oltre dieci anni fa è sorto il centro Compassion “Clubinho viva a vida”.

Nato a inizio 2006 dall’idea di una chiesa locale (Centro Betesda), questo spazio si è trasformato in un centro che offre a bambini e ragazzi un’alternativa concreta alle violenze di strada, un luogo protetto e sicuro dove vivere la loro infanzia.

Il centro è dotato anche di aule di informatica, spazi per lo studio, cucina e servizi igienici interni – non comuni nelle baracche dei ragazzi del centro, oltre a un importante centro pediatrico di aiuto alle neomamme.

Dal 2008 è stato avviato un progetto per avvicinare i ragazzi alla pratica sportiva del surf. Lo sport è uno straordinario mezzo di aggregazione, che stimola i più giovani a una sana competizione ed educa al rispetto delle regole e della convivenza.

Fortaleza: surf per i bambini di Compassion

L’idea è nata da Carlos Teixeira, ex surfista professionista e oggi responsabile della chiesa locale.

Sono nato e cresciuto qui, proprio come questi ragazzi. Attraverso il surf, Dio mi ha donato l’opportunità di competere come atleta professionista a livello mondiale

Fortaleza: surf per i bambini di Compassion

Fortaleza: surf per i bambini di Compassion

Carlos sa che non tutti questi ragazzi diventeranno sportivi di successo, ma il suo obiettivo è un altro: “Il mio sogno è aiutare questi bambini e ragazzi ad avere i giusti valori nella vita. Oggi sono pastore di una chiesa locale e sono davvero felice di donare il mio tempo a questi piccoli: è il mio modo di ringraziare Dio per ciò che ha fatto nella mia vita”.

Fortaleza: surf per i bambini di Compassion

E gli effetti nella vita dei ragazzi sono concreti: dopo le attività sportive, i ragazzi sono così felici che non vogliono più essere coinvolti nelle attività criminali delle gang!

Articoli recenti

Ogni mese, le storie più belle nella tua email

Compassion logo
Codice Fiscale 97590820011 - CC Postale 19311141
© 2019 Compassion Italia Onlus - Dal 1952 ci dedichiamo a livello internazionale all'adozione a distanza e aiutiamo 1.8 milioni di bambini in Asia, Africa e America Latina

Powered by Contentful