Honduras: il centro mi ha protetto dagli abusi

Per diversi anni, Maria ha subito abusi e minacce dal suo patrigno. Maria ha imparato al centro Compassion che poteva parlare e opporsi a qualsiasi tipo di violenza.

Attenzione: questa storia contiene dettagli sensibili relativi a violenze nei confronti di minori. Per questo, i nomi sono stati modificati e i volti sono nascosti per proteggere l’identità delle persone coinvolte.

Honduras: il centro Compassion mi ha protetto dagli abusi


Ogni giorno alle 4 del mattino, mentre dormiva accanto ai suoi fratellini, Maria veniva svegliata dalla violenta voce del patrigno.

Abuso verbale, violenza, minacce. Questa era la quotidianità di Maria, già alla tenera età di otto anni.

Tuttavia, quando venne iscritta al centro Compassion, per la prima volta iniziò a sperimentare non solo un caloroso benvenuto, ma anche amore e gentilezza da parte degli operatori.


Honduras: il centro Compassion mi ha protetto dagli abusi


“Ricordo che Maria era estremamente timida e aveva sempre un’espressione triste sul viso, ricorda Angeles, la direttrice del centro.

Sospettavamo che le stesse accadendo qualcosa e abbiamo immediatamente preso provvedimenti. Quando ci siamo avvicinati a lei, Maria aveva paura di parlare perché subiva le violenze del patrigno.

Ogni notte, piangevo fino a dormire chiedendo a Dio di aiutarmi a fuggire da quella casa”, condivide Maria con gli occhi pieni di lacrime.

Pensavo di non avere nessuno a cui rivolgermi finché non ho iniziato a frequentare il centro Compassion.

“Lì ho trovato persone che mi hanno amato e mi hanno dato una mano nel mio momento più buio”.


Un intervento insieme alla chiesa locale

Permettere ai bambini e alle bambine di parlare apertamente degli abusi subiti è un aspetto chiave in ogni centro Compassion. Ogni volta che iniziano le lezioni, partecipano a corsi sulla protezione infantile, in modo da poter raccontare i loro problemi.


Honduras: il centro Compassion mi ha protetto dagli abusi


“Quando ascoltai Maria raccontare gli abusi subiti dal patrigno, iniziai a piangere”, ricorda Angeles. “Chiesi subito a sua madre di avviare un piano per salvare Maria. Accettò di far uscire sua figlia di casa e firmò il permesso legale di lasciarla vivere con la sua insegnante Brenda”.

“Quando la direttrice del centro Compassion mi scelse come tutor di Maria, fui felicissima”, condivide Brenda. “Maria voleva venire a vivere da me e i miei figli l’hanno accolta con amore. Anche sua mamma può venire a trovarla ogni volta che vuole, vive a pochi isolati da qui”.


Honduras: il centro Compassion mi ha protetto dagli abusi


Sebbene all'inizio non fosse facile affrontare le emozioni, Angeles e Brenda iniziarono a pregare con lei ogni giorno, aiutandola a capire il suo valore e a curare le sue ferite.


Un nuovo inizio

Sono passati quattro anni da quando Maria, ora dodicenne, piangeva ogni notte chiedendo protezione a Dio.


Honduras: il centro Compassion mi ha protetto dagli abusi


Da quando si è trasferita, la sua vita ha preso una svolta positiva e la sua testimonianza è diventata un simbolo di forza e libertà di fronte agli abusi.

“Lasciare casa non è stato facile perché amo mia madre e i miei fratelli, ma vado a trovarli ogni settimana quando il mio patrigno è fuori casa”, spiega.


Honduras: il centro Compassion mi ha protetto dagli abusi


Maria ama frequentare il centro Compassion e la chiesa con Brenda e i suoi figli, che l’hanno coinvolta nel gruppo musicale.

Suonare musica per Dio è diventata la mia passione. Adoro indossare i miei abiti nuovi e suonare le mie percussioni” racconta Maria con entusiasmo. Mi sento libera quando canto in chiesa, mia madre viene a trovarmi di tanto in tanto”.


Honduras: il centro Compassion mi ha protetto dagli abusi


“Ricevo molte lettere dalla mia sostenitrice e non vedo l’ora che arrivi la sua prossima lettera. Le sue parole di incoraggiamento mi hanno sollevato quando mi sentivo debole.


Honduras: il centro Compassion mi ha protetto dagli abusi


Oggi Maria riceve visite mediche e psicologiche nel centro, che dimostrano i suoi progressi. Da grande sogna di diventare avvocato per difendere i diritti dei bambini. Ora si sente amata, conosciuta e protetta.


Aiutaci a fare la differenza

Col tuo aiuto, puoi donare a una bambina o a una ragazza la possibilità di ricevere aiuto e supporto.

Sostieni a distanza: insieme a te, possiamo fare la differenza.

Sostieni una bambina

Oppure, aiutaci con una donazione. Grazie per il tuo generoso aiuto!

Articoli recenti

Ogni mese, le storie più belle nella tua email

Compassion logo
Codice Fiscale 97590820011 - CC Postale 19311141
© 2021 Compassion Italia Onlus - Dal 1952 ci dedichiamo a livello internazionale all'adozione a distanza e aiutiamo 2 milioni di bambini in Asia, Africa e America Latina

Powered by Contentful