Thailandia: giustizia per Mali, ragazza vittima di violenza

Il 25 novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, vogliamo raccontare la storia di Mali, una ragazza thailandese vittima di abuso. Ma al tempo stesso, una storia che parla di riscatto, libertà e speranza.

Attenzione: questa storia contiene dettagli sensibili relativi a violenze nei confronti di minori. Per questo, i nomi sono stati modificati e i volti sono stati nascosti per proteggere l’identità delle persone coinvolte.

Oggi, gli occhi di Mali sono pieni di luce e speranza. Indossa la sua nuova uniforme scolastica. Ha fatto molta strada, dopo essere stata vittima di violenza.

A inizio 2018, quando aveva solo 13 anni, è stata abusata sessualmente da una persona di cui si fidava. A poco a poco, attraverso piccoli regali come dolci e snack, l’autore della violenza ha ottenuto la sua fiducia. Ma un brutto giorno, quando Mali era sola, è stata violentata.


Thailandia: giornata contro la violenza sulle donne


Terrorizzata e traumatizzata, Mali si è isolata dai suoi amici e dai suoi cari.

“Questo criminale ha preso di mira una bambina silenziosa e indifesa. Mali è stata la sua preda”, racconta Suwachai, direttore del centro Compassion.

Una delle amiche di Mali, dopo aver scoperto il suo terribile segreto, si è rivolta proprio a Suwachai. Appena appresa la notizia, ha cercato di ottenere giustizia per questa piccola.


Thailandia: giornata contro la violenza sulle donne


Grazie alle donazioni di Compassion, Suwachai ha potuto accompagnare Mali dalla polizia e in tribunale, oltre a garantirle sessioni di supporto psicologico. Compassion ha anche aiutato Mali a iscriversi a una nuova scuola.

“È stato difficile per Mali allontanarsi da casa per ricevere cure, supporto e giustizia. Abbiamo affrontato lunghi viaggi”, racconta Suwachai.


Thailandia: giornata contro la violenza sulle donne


Dopo 18 interminabili mesi, Mali ha ottenuto giustizia. Il suo aggressore è stato dichiarato colpevole e arrestato. Dopo aver vinto la causa, questa ragazza può frequentare una nuova scuola, vicino al centro Compassion. Qui, sta ricostruendo la sua fiducia e autostima.

“Tutto il processo è stato molto difficile per una ragazzina come lei. Mali ha affrontato qualcosa di incredibile. È stato un anno molto duro per lei e tutti noi. Per i più poveri non è semplice credere che possa esserci giustizia anche per loro, racconta Suwachai.

“Ma non ci siamo mai arresi, e Mali non ha mai rinunciato all’unica cosa che aveva: la fede.


Thailandia: giornata contro la violenza sulle donne


In Thailandia, le persone comuni non hanno accesso a servizi come consulenza o supporto in caso di traumi e violenze. Col passare del tempo, grazie alla presenza di associazioni e missioni tra cui Compassion, i bambini più vulnerabili possono ricevere cure e aiuti un tempo inimmaginabili.

Per questo, nonostante il dolore subito, Mali ha potuto ricevere il sostegno amorevole dei nostri operatori, impegnati a donarle conforto e speranza.


Thailandia: giornata contro la violenza sulle donne


“Ora mi sento al sicuro. So che ci sono persone intorno a me che mi incoraggiano e mi amano. Mi sento in pace e al sicuro”, ci spiega Mali.

Amo essere libera. Ho la libertà di essere una ragazza, di vivere.

Attraverso semplici gesti d’amore, gli operatori del centro Compassion continuano a incoraggiare Mali. “La coinvolgiamo in ogni attività del centro e della chiesa. È una gioia vederla ridere insieme ai suoi coetanei”.


Thailandia: giornata contro la violenza sulle donne


“Sono contento che mia figlia abbia ricevuto giustizia”, racconta Sol, il papà. “Abbiamo lottato per dare un esempio anche agli altri bambini. Tutti meritiamo giustizia, anche noi poveri abitanti di montagna. E senza la presenza e l’aiuto di Compassion, non avremmo potuto far sentire la nostra voce”.

Ora, la famiglia di Mali può tornare al lavoro nei campi, sapendo che la loro amata figlia è circondata da persone premurose e amorevoli.

“Sono molto grato al centro Compassion. La cosa che ci ha uniti in questa battaglia è stata la fede in Dio, che ci aiuta ad affrontare ogni difficoltà”, aggiunge Sol.


Thailandia: giornata contro la violenza sulle donne


Mali sta tornando a vivere con gioia e pace. “Negli ultimi mesi abbiamo visto i progressi. È di nuovo una ragazza vivace e felice, proprio come le sue amiche. Dio sta guarendo le ferite della sua anima”, racconta Suwachai.

Mali ha scelto di credere alle parole di chi la ama e crede in lei. Ora so di avere una voce. Quando accadono cose spiacevoli, so che posso parlarne con gli operatori del centro Compassion. Sono sempre accanto a me, mi sostengono e mi incoraggiano”.


Aiutaci a fare la differenza

Col tuo aiuto, puoi donare a una bambina o a una ragazza la possibilità di ricevere aiuto e supporto.

Sostieni a distanza: insieme a te, possiamo fare la differenza.

Sostieni una bambina

Oppure, aiutaci con una donazione. Grazie per il tuo generoso aiuto!

Articoli recenti

Ogni mese, le storie più belle nella tua email

Compassion logo
Codice Fiscale 97590820011 - CC Postale 19311141
© 2021 Compassion Italia Onlus - Dal 1952 ci dedichiamo a livello internazionale all'adozione a distanza e aiutiamo 2 milioni di bambini in Asia, Africa e America Latina

Powered by Contentful